Autocertificazione CFP per ingegneri: la scadenza è il 31 marzo 2022

autocertificazionecni-1-1280x667.jpg
Mancano pochi giorni per richiedere il riconoscimento della formazione svolta nell’anno 2021. Il CNI stabilisce le modalità per presentare la domanda

Mancano pochi giorni per richiedere il riconoscimento della formazione svolta nell’anno 2021. Il CNI stabilisce le modalità per presentare la domanda

Con la circolare n. 819, il CNI (Consiglio Nazionale Ingegneri) ha emanato le modalità per la presentazione dell’autocertificazione dell’aggiornamento e la formazione professionale dimostrabile, svolta nel 2021.

Nella circolare è stabilita la data di scadenza per la presentazione delle domande di autocertificazione per gli ingegneri, cioè fino al 31 marzo 2022. Per agevolare i professionisti nella compilazione della documentazione necessaria, il CNI ha inoltre fornito alcune brevi istruzioni corredate da esempi pratici.

La richiesta di riconoscimento dei CFP per mezzo autocertificazione potrà essere inoltrata esclusivamente attraverso il modulo presente all’interno della piattaforma Formazione CNI, selezionando “Richiesta CFP”.

Dopo aver inoltrato la richiesta, il sistema accrediterà automaticamente 15 CFP. Il CNI specifica che la procedura di verifica dell’effettivo riconoscimento sarà effettuata entro il 30 giugno 2022. I professionisti potranno controllare il corretto invio dell’autocertificazione e il relativo immediato accredito dei CFP per l’anno 2021, alla voce “Riepilogo richieste crediti” e nel “Contatore dei CFP”.

Il modulo di Autocertificazione si compone di due campi che vanno entrambi compilati:

  1. Attività di aggiornamento informale: ad esempio i testi approfonditi, le visite tecniche effettuate, i corsi, convegni e seminari frequentati (con l’esclusione quelli per i quali sono già stati riconosciuti CFP dal proprio Ordine o da un Provider Autorizzato). Si ricorda che le attività a carattere informale devono avere come durata minima 15 ore, che corrispondono a 15 CFP.
  2. Attività professionali dimostrabili: attività/incarichi/mansioni a carattere professionale che devono essere identificabili e dettagliatamente descritte.

Ricordiamo che i Webinar organizzati da Blumatica forniscono crediti formativi professionali per gli ingegneri:

  • Se l’evento a cui il professionista ha partecipato riconosce direttamente i CFP agli ingegneri, non vanno inseriti nell’autocertificazione per l’apprendimento informale. Chiediamo quindi, a tutti i professionisti che hanno partecipato ai nostri eventi formativi, di verificare sul proprio profilo mying il corretto accreditamento effettuato da parte del nostro Provider, autorizzato dal CNI, Accademia della Tecnica o da parte dell’Ordine professionale con cui è stato co-organizzato l’evento formativo.
  • Se l’evento formativo non riconosce direttamente i CFP agli ingegneri, sarà possibile fare richiesta sul portale tramite autocertificazione e ottenere così i crediti formativi.

Resta invariata la disposizione dei diritti di segreteria per la gestione delle istruttorie, per il processo di verifica e validazione dell’autocertificazione dell’anno 2021, che prevedono un costo pari a 7 euro (IVA esente).

Il CNI ha deliberato che le spese di istruttoria saranno azzerate per la presentazione delle richieste di riconoscimento di altri CFP informali, connessi alle pubblicazioni ed alle attività qualificate nell’ambito dell’Ingegneria, svolte nel corso del 2021.

Scopri le date programmate dei prossimi Webinar Blumatica!

corsi e-learning Blumatica ti aiutano a formarti e riconoscono direttamente CFP a tutti gli ingegneri d’Italia.

Segui dove vuoi, quando vuoi, come vuoi.

Maria Grazia Savoia


Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *