Bando ISI INAIL 2020: 211 milioni alle imprese che investono in sicurezza

12_ISI_INAIL_Bando-1280x667.jpg
Il Bando si rivolge alle imprese che intendono realizzare nel 2021-2022 investimenti volti al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’Avviso pubblico ISI 2020, noto come “Bando ISI”, per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. A tal fine, l’INAIL mette a disposizione 211.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto. Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento. Le date di apertura e chiusura della procedura informatica per la presentazione della domanda saranno pubblicate sul portale dell’Istituto assicuratore, nella sezione dedicata all’Avviso ISI 2020 entro il 26 febbraio 2021.

 

Contributi fino al 65% a fondo perduto

INAIL mette a disposizione delle imprese un contributo, a fondo perduto, fino al 65% dell’investimento per:

  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4

I soggetti destinatari possono presentare una sola domanda di finanziamento in una sola Regione per una sola tipologia di progetto tra quelle sopra indicate riguardante una sola unità produttiva.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Potranno presentare una sola domanda tutte le aziende ubicate su tutto il territorio nazionale, anche individuali, iscritte alla CCIAA con unità produttiva nella regione per la quale intende realizzare il progetto. L’azienda deve essere in regola con il DURC e non in stato di scioglimento o liquidazione volontaria, né sottoposta ad alcuna procedura concorsuale.

Infine, l’azienda non deve aver ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo per uno dei precedenti Avvisi pubblici INAIL 2016, 2017, 2018 (ad esclusione di progetti approvati per adozione di modelli organizzativi).

L’azienda deve essere in possesso di tali requisiti al momento di presentazione della domanda e fino alla rendicontazione del progetto.

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo tutte le spese relative a progetti volti al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro – avviati a partire dalla data di chiusura dei termini per l’inoltro della domanda (la data è in definizione e sarà comunicata entro il 26 febbraio 2021) – direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.

Si raccomanda di verificare attentamente le voci di spesa espressamente non finanziabili dal bando.

 

MODALITÀ DI FINANZIAMENTO

Il contributo a fondo perduto massimo erogabile è pari al 65% fino a un massimo erogabile di € 130.000.

Su alcune tipologie di progetto sono state poste limitazioni di importo e aliquota di intervento.

I progetti devono essere realizzati nei luoghi di lavoro nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda senza determinare un ampliamento della sede produttiva. I beni acquistabili devono essere nuovi e ne devono essere indispensabili per avviare l’attività dell’impresa.

 

MODALITÀ E TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per presentare la domanda è necessario raggiungere un punteggio minimo attraverso l’attribuzione di determinati valori, associati sia a caratteristiche proprie dei soggetti destinatari sia al progetto oggetto della domanda.

Le domande devono essere presentate, come per i bandi precedenti, in modalità telematica.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata alle scadenze dell’Avviso Isi 2020, entro il 26 febbraio 2021.

Per informazioni di maggiore dettaglio consultare il sito dell’INAIL

Per essere un’azienda virtuosa e attenta alla sicurezza utilizza i software sicurezza Blumatica: software specifici per la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (sia in modalità classica che secondo le Procedure Standardizzate), del DUVRI e di tutti i rischi specifici (rumore, vibrazioni, MMC, chimico, biologico, ecc.). La gestione degli infortuni, delle visite mediche e la manutenzione di macchine, impianti e attrezzature completa l’offerta software rivolta ai professionisti della sicurezza. Scopri inoltre Blumatica SHEQ, il sistema che garantisce la sinergia concreta tra valutazione dei rischi e sistemi di gestione, al passo con le tecnologie più innovative: web, mobile e cloud computing.





Vuoi essere aggiornato su questo argomento e su tutte le novità in materia di edilizia e sicurezza?
Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Maria Grazia Savoia

Maria Grazia Savoia


Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *