Gestione del rilievo topografico nell’era digitale

Topografia_geomatrix-1280x667.jpg
Ecco come Geomatrix facilita la gestione del rilievo topografico catastale. Il primo software free a servizio dei tecnici.

La virtualizzazione grafica del rilievo topografico è un’esigenza tecnica che varia al passo con l’evoluzione tecnologica inerente i servizi di distribuzione della cartografia. Nell’ultimo decennio, grazie soprattutto alla diffusione dei dispositivi Mobile, lo sviluppo digitale della cartografia consente a chiunque la disponibilità di informazioni geografiche che risultano sempre più integrate con i servizi al cittadino. Di tali vantaggi ne traggono profitto anche i topografi e tecnici, la cui esigenza specifica è soprattutto quella di rispettare le disposizioni legislative che regolamentano la materia, anch’esse vincolate a frequenti aggiornamenti.

 

Molteplici sono le problematiche che deve gestire il tecnico ai fini dell’elaborazione delle pratiche “catastali” per cui, la possibilità di unire più fonti di informazioni, è sicuramente un valido supporto in termini di riduzione dei tempi di lavoro; basti pensare, ad esempio, alla possibilità di eseguire un sopralluogo virtuale che consente al tecnico di eseguire una pianificazione preliminare  alle operazioni di campagna dalla scrivania del suo ufficio in modo da dedicarsi, successivamente, al rilievo strumentale con maggiore efficienza. Se da un lato è vero che gli “strumenti per la rilevazione” sono evoluti, è anche vero che ad evolversi sono soprattutto i software, il cui compito principale è quello di consentire la gestione di tutte le informazioni in un unico ambiente visuale di virtualizzazione.

 

Inizialmente, con l’avvento dei software CAD, la possibilità di rappresentare su schermo punti rilevati, stazioni e punti fiduciali consentì ai tecnici di gestire le successive fasi della progettazione con maggiore precisione e notevole riduzione dei tempi. Oggi, oltre ad acquisire con estrema semplicità schemi di rilievo direttamente dagli strumenti e dal libretto di PreGeo, è possibile ottenere virtualizzazioni complessive unendo, alle precedenti citate, anche fonti dati di diversa natura. Ad esempio, è possibile visualizzare su Google Earth tutte le componenti di un qualsiasi rilievo realizzato mediante l’unione del libretto pregeo, delle mappe in formato raster ed eventualmente altre ancora provenienti dal servizio di consultazione catastale WMS che da poche settimane è disponibile per professionisti e liberi cittadini.

 

Schermata Geomatrix

 

Blumatica ha accettato e vinto una nuova sfida con lo sviluppo di Blumatica Geomatrix che, grazie al rispetto dei requisiti di semplicità e completezza delle funzionalità divenuti requisiti imprescindibili, può annoverare ulteriori categorie di professionisti che ogni giorno si affidano alle soluzioni software proposte.

Blumatica Geomatrix è il primo software a servizio di tecnici che si occupano del “rilievo topografico-catastale” dotato di un modulo completamente FREE contenente tutte le funzionalità base per la gestione del rilievo. La versione è integrabile tramite licenza in base alle specifiche esigenze del professionista e consente di aggiungere moduli dedicati ai Piani quotati, Riconfinamenti, Fabbricati DOCFA e Strade, oltre alla completa funzionalità CAD tramite la quale è anche possibile eseguire importazioni ed esportazioni nei formati vettoriali standard.

Per il download gratuito clicca qui

Giulio Botta

Giulio Botta

Responsabile Tecnico presso Blumatica S.r.l.


Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *