UNI 10200: come si gestisce il caso di sola presenza di contatori di combustibile?

Luca CocozzaLuca Cocozza22 Luglio 20195min693
gas-1280x667.jpg
< Torna

Secondo la UNI 10200, l’energia termica utile fornita dal singolo generatore o gruppo di generatori può essere misurata in modo diretto (se si dispone di un contatore di calore in uscita dal generatore) oppure calcolata (in funzione del consumo di combustibile o di energia elettrica).

Secondo il caso, si adottano le seguenti formule:

Contatore di calore L2 – L1
Contatore combustibile (L2 – L1) x PCI x ηgen Generatori a combustione
(L2 – L1) x COP Pompe di calore

dove

L1 : lettura iniziale del contatore

L2 : lettura finale del contatore

PCI  : potere calorifico inferiore del combustibile

ηgen : rendimento del generatore

In Blumatica UNI 10200, nel menu “Dati generali >  Impianto > Informazioni generali” è possibile gestire tale casistica mediante il campo “Contabilizzazione in centrale”, selezionando una delle seguenti opzioni proposte dal menu a tendina:

  • Per singolo servizio: qualora esista un contatore diretto di calore dedicato al servizio energetico (riscaldamento) e comune a tutti i generatori ed edifici;
  • Per singolo generatore: qualora esista una contabilizzazione per il singolo generatore. In tal caso, nel menu “Dati generali > Impianto > Vettori e Generatori” occorrerà definire per ciascun generatore dedicato a tale servizio la tipologia di contabilizzazione:
    • di calore: nel caso in cui il singolo generatore sia dotato di un contatore di calore in uscita;
    • di combustibile: nel caso in cui il generatore a combustione sia dotato di un contatore di combustibile in ingresso;
    • di energia elettrica: nel caso in cui il generatore (pompa di calore) sia dotato di un contatore di energia elettrica in ingresso;
    • nessun contatore: il generatore è completamente privo di contabilizzazione. In tale caso il contributo di energia erogato dal generatore dovrà essere stimato, per ciascun servizio, tramite valori teorici.
  • Assenza di contabilizzazione: qualora non sia previsto alcun tipo di contabilizzazione (né di calore né di combustibile)

Pertanto, nel caso di presenza di soli contatori di combustibili occorre semplicemente selezionare nel menu “Dati generali >  Impianto > Informazioni generali” come tipo di “Contabilizzazione in centrale” l’opzione “Per singolo generatore”.

A questo punto nel menuDati generali >  Impianto > Vettori e Generatori” occorre indicare come “Tipologia di contabilizzazione” l’opzione “Contatore di combustibile” e specificare il tipo di “Combustibile”, il “Rendimento / COP” del generatore e il “Potere calorifero inferiore” (proposto in automatico dal software in funzione del combustibile selezionato)





Vuoi essere aggiornato su questo argomento e su tutte le novità in materia di edilizia e sicurezza?
Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Luca Cocozza

Luca Cocozza

R&S Area Energia