Nuova UNI EN ISO 9001: la tua azienda lavora in Qualità?

qualita-2-1280x667.jpg
C'è tempo fino al 15 settembre 2018 per effettuare il passaggio alla nuova versione della norma UNI EN ISO 9001 per i Sistemi di Gestione Qualità

La ISO (International Organization for Standardization) ha condotto un processo di allineamento della struttura di tutte le principali norme di riferimento per i sistemi di gestione. In particolare, a settembre 2015 è stata pubblicata la nuova revisione delle norme UNI EN ISO 9001 “Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti”.

Per i Sistemi di Gestione Qualità (UNI EN ISO 9001) è in corso il triennio di transizione per l’adeguamento alla nuova versione della Norma.

Le organizzazioni avranno tempo fino al 15 settembre 2018 per effettuare il passaggio alla nuova versione: a partire da tale data i certificati rilasciati secondo il vecchio standard non saranno più validi. Sarà, tuttavia, possibile ottenere la certificazione secondo il vecchio standard per tutto il triennio in corso, ma i certificati scadranno comunque a settembre 2018.

Uno dei principali cambiamenti che caratterizza la nuova revisione della norma è relativo all’introduzione di un nuovo concetto di rischio definito come un possibile “scostamento da quanto atteso”.

Un’approfondita conoscenza del Contesto dell’Organizzazione ed una precisa identificazione dei processi aziendali permettono all’Organizzazione di eseguire la cosiddetta RISK ANALYSIS.

 

Come si effettua la valutazione dei rischi legata ai processi e/o ai servizi dell’Organizzazione?

 

Tra le possibili metodologie di valutazione di tipo qualitativo o quantitativo l’approccio dell’autovalutazione mediante questionari/schede intervista è uno dei più utilizzati.

Per ogni processo vengono individuate delle aree di criticità su cui eseguire la valutazione individuando gli item del questionario di autovalutazione da somministrare ai responsabili dei processi.

Per ogni item viene assegnato un punteggio in maniera tale che a termine del processo di valutazione viene rilevata un’entità del rischio come prodotto della probabilità che si verifichi un determinato evento e dell’impatto che potrebbe avere.

Indagando sulle possibili criticità di ogni area del processo è così possibile predisporre delle misure preventive ed identificare tutti i parametri da monitorare e misurare per tenere sotto controllo le attività dell’organizzazione.

 

Un altro criterio, spesso utilizzato nel ramo industria, è il cosiddetto metodo FMEA, Failure Mode and Effect Analysis, che valuta il grado di criticità do ogni malfunzionamento determinando un indice numerico detto “Indice di Priorità di Rischio” (IPR):

IPR = P x G x R

 dove:

P = Probabilità che si verifichi l’evento

G = Gravità degli effetti dell’evento

R = Rilevabilità dell’evento

 

Ad ogni fattore viene assegnata una scala di punteggi che porta alla individuazione di un rischio basso, medio o alto con conseguenti misure da intraprendere.

 

Blumatica SHEQ è il sistema gestionale Blumatica che consente di implementare e mantenere attivi i Sistemi di gestione mediante lo sviluppo di specifici work flow e della relativa documentazione.

A corredo del software vi sono prototipi personalizzabili relativi a diversi ambiti (sicurezza, ambiente, qualità, ecc.), applicabili singolarmente o in diverse combinazioni integrate (sicurezza e ambiente; sicurezza, qualità e ambiente; ecc.).

Seguendo la struttura delle norme di riferimento, i prototipi propongono già gli elementi fondamentali di un sistema, in modo da agevolare l’utente sia nella fase di implementazione che in quella di mantenimento del proprio sistema.

Seguendo l’approccio delle nuove norme è possibile gestire in qualità i processi aziendali in particolare implementando il nuovo approccio per la gestione del RISCHIO strutturato secondo opportuni step:

  • RISK MANAGEMENT
  • RISK IDENTIFICATION (Erogazione questionari autovalutazione)
  • RISK ANALYSIS (Matrice del rischio – Probabilità x Impatto)
  • RISK RESPONSE

 

Ulteriori dettagli qui





Vuoi essere aggiornato su questo argomento e su tutte le novità in materia di edilizia e sicurezza?
Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Francesca De Santis

Francesca De Santis

Responsabile tecnico presso Blumatica S.r.l.


Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *