Modelli unici per l’edilizia: ecco le indicazioni per ciascuna regione

modelli-reg-1280x800.jpg
Il 04 giugno 2017 sono stati adottati i nuovi modelli nazionali per l'edilizia. Ecco i contenuti dell'Allegato 2 e cosa devono fare i comuni inadempienti

Il 04/05/2017 sono stati adottati i nuovi modelli nazionali in sede di Conferenza Unificata Stato, Regioni ed Enti locali.

La modulistica edilizia è contenuta nell’Allegato 2 dell’accordo così strutturato:

  • A: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata
  • B: Segnalazione Certificata Inizio Attività e Segnalazione Certificata Inizio Attività alternativa al permesso di Costruire (le regioni che hanno disciplinato entrambi i titoli abilitativi possono disporre un unico modulo)
  • C: Comunicazione Inizio Lavori per opere atte a soddisfare esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare delle necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni
  • D: Soggetti Coinvolti, modulo comune a tutti i precedenti modelli
  • E: Comunicazione di Fine Lavori
  • F: Segnalazione Certificata di Agibilità

Nell’accordo sono state fissate due scadenze: 20 Giugno, termine ultimo per l’adeguamento dei contenuti informativi dei moduli alle specifiche normative regionali e 30 Giugno per il recepimento da parte dei Comuni.

Di seguito il monitoraggio della modellistica regionale.

Regione Adozione della modulistica

Abruzzo

DGR n.333 del 26.06.2017

Basilicata

DGR n.594 del 21.06.2017

Calabria

DGR n.239 del 13.06.2017

Campania

Decreto Dirigenziale n. 19 del 22.06.2017

Emilia-Romagna

DGR n.922 del 28.06.2017

Friuli Venezia Giulia

Decreto n 6611/TERNIF del 15.12.2016

Lazio

Determinazione n.G08525 del 19.06.2017

Liguria

DGR n.476 del 16.06.2017

Lombardia

Adeguamento in corso: per ora la Regione rimanda ai modelli nazionali

Marche

DGR n.670 del 20.06.2017

Molise

DGR n.230 del 23.06.2017

Piemonte

DGR n.29-5207 del 19.06.2017

Puglia

Determina n.32 del 20.06.2017

Sardegna

Modulistica sul portale SardegnaSuape
Sicilia DGR n.237 del 14.06.2017

Toscana

DGR n.646 del 19.06.2017
Umbria DGR n.700 del 20.06.2017

Valle d’Aosta

Nuova modulistica sul portale www.celva.it

Veneto

Decreto n.97 del 30.12.2016

Provincia di Trento

In corso adeguamento ai decreti legislativi nn. 126, 127 e 222 del 2016

 

Per i Comuni ancora inadempienti si ricorda che l’obbligo di pubblicazione della modulistica sul sito istituzionale può essere assolto anche attraverso una delle seguenti modalità:

  • rinvio alla piattaforma telematica di riferimento
  • rinvio alla modulistica adottata dalla Regione, successivamente all’accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione stessa

A seguito dei cambiamenti in atto, è fondamentale che i tecnici si documentino sulle nuove disposizioni legislative per capire l’intervento edilizio a quale titolo abilitativo è sottoposto e adoperino i modelli nuovi e quelli che via via vengono adottati. A tal fine Blumatica ha sviluppato il software “Blumatica Pratiche Edilizie” che si compone di due moduli: “Modelli Unificati” e “Rifiuti Edili”.

 Nel primo modulo si dispone di una guida che, per ciascuna regione e per ciascun titolo abilitativo, specifica gli interventi edilizi ammessi e i relativi riferimenti normativi. In tal modo, dapprima, si supporta l’utente nella scelta della pratica edilizia e, in seguito, gli si offre il modello da compilare. Ad oggi, a corredo del software, sono forniti già i nuovi modelli nazionali per la richiesta del titolo abilitativo e i modelli aggiornati delle seguenti regioni: Abruzzo; Campania; Sicilia. A breve saranno disponibili i modelli aggiornati per le altre regioni, nonché la Comunicazione di Fine Lavori. Di pari passo con la normativa, la modellistica viene revisionata. Attraverso il modulo “Rifiuti Edili”, inoltre, è possibile elaborare la documentazione da allegare alla pratica in materia di rifiuti del cantiere edile conformemente alle disposizioni di cui al D.L.gs. 152/2006 Parte IV.




Vuoi essere aggiornato su questo argomento e su tutte le novità in materia di edilizia e sicurezza?
Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Maria Pia Sarno

Maria Pia Sarno


Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *